Come si forma il linfedema

Il linfedema deriva dalla compromissione del sistema linfatico e si manifesta con un gonfiore progressivo dovuto ad un accumulo di fluido ricco di proteine ​​negli spazi interstiziali sottocutanei.

Il Linfedema può causare notevoli problematiche: psicosociali, fisici, funzionali e con importanti costi economici.

Dati sul linfedema

Sebbene la causa del linfedema possa variare, in genere la ricerca tende a concentrarsi sul linfedema secondario dopo il trattamento del cancro. Nel 2018 si stimano 17 milioni di nuove diagnosi di cancro in tutto il mondo .Con una maggiore incidenza del cancro e aumento dei tassi di sopravvivenza, la gestione di complicanze correlate al trattamento cronico, come il  linfedema, dovrebbe essere maggiormente attenzionato.

La terapia decongestionante complessa (CDT) del linfedema

La terapia decongestionante complessa (CDT) è stata ampiamente accettata come strategia di trattamento conservativa per il linfedema. La CDT consiste comunemente in un programma in due fasi. Fase uno, conosciuta come la fase intensiva, comprende educazione alla cura della pelle, massaggio manuale linfodrenante (MLD), bendaggio compressivo multistrato con esercizio , di solito dura tra le 2 e le 4 settimane. La seconda fase, la fase di mantenimento, mira a ottimizzare e mantenere le modifiche ottenute nella fase intensiva, tipicamente attraverso uso di indumenti compressivi, cura della pelle, auto-MLD e una programma di esercizi a casa, sedute di richiamo.

Scopo del linfodrenaggio manuale

ammorbidire la fibrosi e aumentare il drenaggio linfatico nella circolazione venosa stimolando la contrazione linfatica superficiale e il reindirizzamento del fluido linfatico nei sistemi linfatici adiacenti funzionanti

Diversi tipi di scuole MLD

prevenzione del linfedema Storicamente, sono state fondate diverse scuole MLD, con i più riconosciuti e ampiamente utilizzati tra cui Vodder, Földi, Casley-Smith e Leduc [9]. Terapisti qualificati del linfedema utilizzano movimenti delle mani lenti e ripetitivi mirati, applicando  pressioni delicatamente lungo le vie linfatiche anatomiche sulle aree colpite, tentando di stimolare il flusso linfatico e il drenaggio. Possono essere utilizzati movimenti più decisi su aree di fibrosclerosi, il MLD generalmente inizia prossimalmente e centralmente, prima di spostarsi distalmente in segmenti con massaggio eseguito in direzione di flusso linfatico.

Tuttavia, l’effetto che il MLD ha sul linfedema  è ancora poco conosciuta, in parte a causa di limitazioni nello stabilire misure valide e affidabili per valutare i cambiamenti nel flusso linfatico e difficoltà nel distinguere l’effetto del MLD  da quello di altri interventi integrati quali come la compressione con bendaggio.

Lo studio sugli effetti del linfodrenaggio in quanto monoterapia

Da alcuni studi sul dosaggio del linfodrenaggio Viene suggerito che nei pazienti con moderata a grave linfedema, una sessione più lunga (> 40 min) di MLD con il massaggio alle vie collaterali può essere utile. La pressione applicata durante il MLD è difficile da quantificare e la maggior parte degli studi inclusi ha fornito una descrizione scarsa o nulla sulla pressione applicata. Sebbene uno di questi abbia riportato pressione applicata con le mani di 30-45 mmHg, non è chiaro come questa pressione sia stata misurata ,è quindi molto difficile per i terapisti replicare.

Tradizionalmente, il MLD viene applicato delicatamente e superficialmente È stato suggerito che se applicato troppo forte causa spasmi nella circostante guaina muscolare dei vasi linfatici superficiali o danno ai sottili filamenti di ancoraggio.

Prevenzione del linfedema post chirurgia.

Ci sono alcune prove da studi, che hanno comunque il limite della standardizzazione e del rilevamento preciso della tecnica, che il MLD nelle prime fasi dopo l’intervento chirurgico per il cancro al seno può aiutare a prevenire la progressione verso il linfedema clinico. Tuttavia, altri studi suggeriscono anche che non vi è alcun ulteriore vantaggio del MLD come monoterapia per lungo tempo, bensì se applicato all’interno della fisioterapia combinata decongestiva, incide nella riduzione di linfedema a lungo termine.

Effetti del Linfodrenaggio nell’edema lieve

alcune prove dei benefici del MLD nella riduzione del volume rispetto al bendaggio compressivo, si sono evidenziati  per i pazienti con linfedema lieve ma non per i pazienti con linfedema da moderato a grave. Alcune evidenze ci dicono che a lungo termine e su edemi medio gravi, come parte di un CDT, non fornisce alcun vantaggio aggiuntivo rispetto a CDT senza MLD se applicato per 2-3 settimane . Inoltre, le prove attuali non supportano l’idea che aggiungere 2-3 settimane di MLD a un programma CDT per ottenere benefici a lungo termine sia efficace.

Studi longitudinali sul linfodrenaggio

Tuttavia, non è noto se  il linfodrenaggio protratto per un lungo periodo, produrrebbe risultati diversi. Il livello di pressione, la velocità e la tecnica richieste durante l’MLD necessitano di ulteriori indagine, oltre la possibilità di avere gruppi di controllo per lungo tempo a disposizione.

In conclusione, il linfodrenaggio manuale applicato da fisioterapisti esperti, è importante anche come monoterapia nella prevenzione del linfedema, in fase precoce e presenza moderata di edema, è sicuramente di supporto nella CDT.

Rimane aperta la speranza che studi longitudinali riconoscano effetti anche sulla somministrazione a lungo termine.

 

 

Bibliografia

Manual lymphatic drainage treatment for lymphedema: a systematic  review of the literature

Belinda Thompson1 & Katrina Gaitatzis1 & Xanne Janse de Jonge2 & Robbie Blackwell1 & Louise A. Koelmeyer1

Received: 3 June 2020 /Accepted: 7 August 2020

# Springer Science+Business Media, LLC, part of Springer Nature 2020

Add Your Comment

Contattaci

Copyright 2020 stateoflymphedema.com

error: Content is protected !!