Diagnosi del linfedema

Una diagnosi accurata e una gestione appropriata sono fondamentali per il successo del trattamento dei pazienti con linfedema degli arti. la crescita eccessiva degli arti può derivare da diverse condizioni che richiedono trattamenti diversi.

All’occhio esperto un esame clinico visivo e di palpazione rivela molte segni che indirizzano alla differenziazione, ma la certezza della diagnosi può  essere una sfida per il medico e un rallentamento dell’ inizio di un trattamento efficace.

La linfoscintigrafia

La linfoscintigrafia è stata ampiamente considerata per molti anni l’indagine primaria per confermare la diagnosi di linfedema è in grado di visualizzare lo stato funzionale del sistema linfatico .Questa tecnica ad immagini è un test non invasivo disponibile nella maggior parte dei centri, facile da eseguire , comportando un’iniezione intradermica o sottocutanea di radiotracciante del particolato attaccato al tecnezio-99m (99mTc) in zona distale dell’arto gonfio con successiva imaging del sistema vascolare linfatico

 

Linfoscintigrafia e valutazione linfedema

A parte il ruolo centrale nella diagnosi, la linfoscintigrafia potrebbe essere utilizzato per valutare la gravità della distinzione di linfedema tra ostruzione parziale e totale e può aiutare a guidare il trattamento.

Tuttavia, è difficile confrontare i risultati a causa dei diversi protocolli e metodi per la valutazione del linfedema con linfoscintigrafia. Studi precedenti hanno proposto sistemi di stadiazione o di punteggio di linfoscintigrafia,  tuttavia, questi strumenti sono per lo più difficili da applicare di routine a causa della loro complessità variabile in ogni centro.

Inoltre, il la lettura e la valutazione della linfoscintigrafia sono talvolta impegnativi a causa della scarsa risoluzione dell’immagine dei vasi linfatici o la presenza di reperti “anormali”,  rendendo la rilevazione di circolazione linfatica anormale nei pazienti con linfedema difficile

Taiwan Lymphoscintigraphy Staging (TLS)

E’stato sviluppato il Taiwan Lymphoscintigraphy Staging (TLS) in collaborazione con i medici di medicina nucleare per fornire un facile strumento per una pratica quotidiana che evidenzi ulteriormente l’ulteriore informazioni fornite dalla linfoscintigrafia per la diagnosi, la gravità,e la selezione del trattamento appropriato nel linfedema degli arti pazienti.
Tra le immagini tecniche, la linfoscintigrafia è stata ampiamente considerata da molti anni l’indagine principale per stabilire la diagnosi di linfedema e visualizzare lo stato funzionale del sistema linfatico.
Tuttavia, le indicazioni per il suo utilizzo variano tra le diversi centri. In alcuni  viene eseguita per quasi tutti i pazienti con linfedema degli arti, mentre in altri è usato raramente principalmente a causa della scarsa familiarità del medico con l’interpretazione di questa modalità di immagine

Linfoscintigrafia e misurazione risultati

Questa modalità di imaging non solo  è fondamentale per confermare o escludere se il linfedema è presente ma determina la gravità dell’ostruzione linfatica.
Produce reperti di linfoscintigrafia utili per l’identificazione dei linfatici ostruiti, considera il tempo di transito asimmetrico ritardato o assente, visualizza i linfonodi ascellari / inguinali, la formazione di linfatici collaterali e / o presenza di riflusso dermico.

Tempi di risalita

Il tempo normale impiegato dal 99mTc per raggiungere la linfa ascellare è 17,22 minuti,mentre verso i nodi simmetrici ai siti di iniezione è considerato tra 10 e 30 minuti. Il trasporto ritardato è considerato a 60 minuti, e trasporto seriamente compromesso a 120 minuti.

Attendibilità Linfoscintigrafia

Tutti questi risultati si sono basati su studi di pazienti con linfedema unilaterale nei quali l’arto controlaterale era considerato sano. Studi precedenti hanno riportato una sensibilità della linfoscintigrafia tra il 92% e il 96% e una specificità del 100% per la diagnosi di linfedema

Tecnica di somministrazione

La linfoscintigrafia fu descritta per la prima volta oltre 60 anni fa. Questo test prevede l’iniezione di una proteina tracciante 99mTc nella parte distale dell’arto, che è generalmente assorbito dal sistema linfatico. Poi una camera gamma rileva il segnale 99mTc mostrato nelle immagini sequenziali mentre il tracciante migra nel sistema linfatico al prossimale dell’arto, ai linfonodi inguinali o ascellari.

linfoscintigrafia e linfedema

Bibliografia

Parti estratte da

Lymphoscintigraphy for the diagnosis of extremity lymphedema:

Current controversies regarding protocol, interpretation, and clinical application Marco Pappalardo MD, MSc1,2 | Ming‐Huei Cheng MD, MBA1

Add Your Comment

Contattaci

Copyright 2020 stateoflymphedema.com

error: Content is protected !!