Farmaco con nanoparticelle per il linfedema?

Un articolo scientifico pubblicato nel 2023 sulla rivista Nature Nanotechnology fa’ ben sperare su sviluppi nel trattamento del linfedema. Questo articolo riporta i risultati di uno studio che ha usato delle nanoparticelle per trasportare una sostanza chiamata Bay K8644 ai vasi linfatici e stimolare il loro pompaggio.

I vasi linfatici

I vasi linfatici sono dei tubi che trasportano la linfa, un fluido che contiene globuli bianchi e proteine, da tutti i tessuti del corpo al sistema circolatorio sanguigno.

Hanno anche un ruolo importante nella risposta immunitaria e nella difesa dalle infezioni.

Tuttavia, in alcune condizioni, come l’infiammazione, il cancro o l’invecchiamento, i vasi linfatici possono perdere la loro capacità di pompare la linfa in modo efficiente, causando il ristagno di liquidi e sostanze tossiche nei tessuti.

Edema e linfedema

Questo può portare a problemi come l’edema, il linfedema, le infezioni e le malattie autoimmuni.
Per risolvere questo problema, i ricercatori hanno sviluppato delle nanoparticelle che possono legare la Bay K8644, una molecola che attiva i canali del calcio presenti nelle cellule dei vasi linfatici.

Effetti della Bay K8644

Questi canali sono responsabili della contrazione e del rilassamento dei vasi, che permettono il pompaggio della linfa.

Le nanoparticelle sono state progettate per avere una carica negativa, in modo da essere attratte dai vasi linfatici, che hanno una carica positiva. In questo modo, le nanoparticelle possono rilasciare la Bay K8644 in modo mirato e selettivo ai vasi linfatici, senza influenzare altri organi o tessuti.

Risultati sullo studio

Gli esperimenti hanno dimostrato che le nanoparticelle sono state in grado di aumentare significativamente il flusso e la velocità della linfa nei vasi linfatici di topi e maiali, sia in condizioni normali che in condizioni di infiammazione o cancro. Inoltre, le nanoparticelle hanno migliorato la funzione immunitaria dei vasi linfatici, aumentando la produzione di globuli bianchi e la presentazione di antigeni.
Questo studio rappresenta una novità nel campo della nanomedicina e della biologia linfatica, e apre la possibilità di sviluppare nuove terapie per le malattie associate a una compromissione dei vasi linfatici.

Bibliografia
Lymphatic-draining nanoparticles deliver Bay K8644 payload to lymphatic vessels and enhance their pumping function

LAUREN F. SESTITO , AND J. BRANDON DIXON

Leave a Reply